Un presepe da sogno

Un presepe da sogno quello di Crevenna vicino Erba (Como).

Grazie Ian

Fonte Wikipedia

Il termine deriva dal latino praesaepe, cioè greppiamangiatoia, ma anche recinto chiuso dove venivano custoditi ovini e caprini composto da prae = innanzi e saepes = recinto, ovvero luogo che ha davanti un recinto. Un’altra ipotesi fa nascere il termine da praesepire cioè recingere. Nel latino tardo delle prime vulgate evangeliche viene chiamato cripia, che divenne poi krippe in tedesco, crib in inglese, krubbain svedese e crèche in francese. Una curiosità: il presepe è chiamato così solo in Italia e in Ungheria, perché la parola vi arrivò via Napoli nel XIV secolo quando un discendente Angiò divenne re di quelle regioni, e di Portogallo e Catalogna.Il presepe (o presepio) è una rappresentazione della nascita di Gesù, derivata da tradizioni medievali.

Le prime fonti del presepe sono i 180 versetti dei Vangeli di Matteo e Luca, cosiddetti dell’infanzia, che riportano la nascita di Gesù avvenuta al tempo di re Erode, a Betlemme di Giudea, piccola borgata ma sin da allora nobile, perché aveva dato i natali a Re Davide.

Il presepe moderno indica una ricostruzione tradizionale della natività di Gesù Cristo durante il periodo natalizio: si riproducono quindi tutti i personaggi e i posti della tradizione, dalla grotta alle stelle, dai Re Magi ai pastori, dal bue e l’asinello agli agnelli, e così via. La rappresentazione può essere sia vivente che iconografica.

Pubblicato in Evento | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sapori del Borgo… 9 novembre 2014 Ponte dell’Olio

Un ringraziamento speciale al Comune di Ponte dell’Olio per l’organizzazione impeccabile, grazie a Samuele che ci ha supportato con professionalità e disponibilità. Grazie anche ad Alessandro Ledda agronomo in trasferta dalla Sardegna per averci regalato le foto di questo servizio. Un grazie speciale al produttore di salumi Bignami di Ponte dell’Olio e ai Fratelli Ferretti, a tutti i numerosi Clienti e a tutti coloro che hanno gustato e apprezzato il Guarinone vino rosso fermo da invecchiamento e il De Smet! vino rosso frizzante (uve Barbera e Croatina) a fermentazione naturale!

Bignami Giovanni Salumificio
VIA GHIZZONI, 6
29028 Ponte Dell’Olio (PC) – Emilia Romagna
Tel: 0523 875226 –

DSCN5752  DSCN5756  DSCN5758   DSCN5759  DSCN5760  DSCN5768

Pubblicato in Evento, La Guarinona | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Maria Elena Frigau: Biscotti tirolesi

10557254_757120090992415_6226702625660674326_n

1621660_757120047659086_3887010912811557448_n

 

 

Ingredienti per circa 13/14 biscotti (usando lo stampino da 8 cm):
125 g di burro
250 g di farina 00
100 g di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci in polvere
1 uovo
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
Inoltre:
marmellata q.b. per farcire (io ne ho utilizzati due tipi: ai mirtilli e alla pera cotogna)
zucchero a velo vanigliato per decorare

 

 


Nella planetaria (in alternativa con un mixer) montate il gancio a foglia e lavorate lo zucchero con il burro tagliato a pezzetti. Unite l’uovo intero, fatelo incorporare, unite la farina setacciata insieme al lievito, la vanillina ed un pizzico di sale. Quando si formerà un impasto lavorabile, prelevatelo dalla ciotola, se necessario impastatelo brevemente, formate una palla, avvolgetela nella pellicola alimentare e fatela riposare in frigorifero per almeno un’ora (nel mio caso due).
Una volta trascorso questo tempo riprendete la pasta frolla e stendetela su di una spianatoia infarinata, utilizzando il mattarello, portandola ad uno spessore di circa 3 mm.
Servendovi di uno stampino rotondo del diametro di circa 8 cm ricavate dalla pasta tanti dischetti, che dovranno essere in numero pari perché ve ne serviranno due per comporre ciascun biscotto. Una metà di essi la lascerete intera (sarà la base), mentre nell’altra metà praticherete 3 fori circolari (utilizzate uno stampino molto piccolo,
Disponete le sagome su di una teglia rivestita di carta da forno, affiancando la base alla sua parte superiore, e cuocete a 180° per circa 20 minuti nel forno che avrete già preriscaldato in precedenza. Fate attenzione perché non devono diventare troppo dorati, quindi sorvegliateli durante la cottura e se fosse necessario abbassate la temperatura.

Sfornateli e, mentre sono ancora caldi, distribuite un po’ di marmellata nel centro dei biscotti non bucati (circa 1 cucchiaino, ma non di più perché altrimenti la fareste fuoriuscire), appoggiatevi sopra la parte con i tre fori e premete molto delicatamente in modo da farle saldare. Procedete in questo modo fino ad esaurimento delle sagome preparate.
Terminate polverizzando con dello zucchero a velo vanigliato.

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

muffin… o il potere benefico del cioccolato (col vino rosso… abbinatelo e si apre un mondo)

 

1016820_755733331131091_5025604419914793600_n 55555

 

 

Maria Elena Frigau

 

 

 

un amica mi ha fatto venire voglia di muffin …

Muffin con gocce di cioccolato
Ingredienti per 6 muffin:
125 gr di farina
100 gr di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
80 ml di latte
1 uovo
40 gr di burro
60 gr di gocce di cioccolato

Tempi di preparazione:
Tempo di preparazione: 15 min
Tempo di cottura: 15 min
Tempo totale: 30 min
Come fare i muffin con le gocce di cioccolato
In una ciotola mescolare la farina , lo zucchero, il lievito, la vanillina e 50 grammi di gocce di cioccolato
A parte mescolare l’uovo assieme al latte e al burro fuso intiepidito.
Versare gli ingredienti liquidi su quelli secchi e amalgamare l’impasto velocemente
Imburrare e infarinare gli stampini per muffins e versare con un cucchiaio il composto per 2/3 al loro interno
Infornare i muffin con le gocce di cioccolato a 180° e cuocere per 15/20 minuti
Mentre sono ancora caldi,decorare la superficie con le restanti gocce di ciocolato che con il calore aderiranno sula superficie dei muffin.
Lasciar raffreddare i muffin con le gocce di cioccolato prima di toglierli dagli stampini e servirli

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

biscotti veloci… perchè Parma sembra Venezia con l’acqua alta (ottobre 2014)

10527284_755745184463239_2806004068567902343_n 4444

 

 

 

 

MARIA ELENA FRIGAU

ecco i miei biscotti ,brucio il tempo ma ecco a voi la ricetta …

Ingredienti per pasta frolla per 25 biscotti circa :
90 gr di burro
100 gr di zucchero
1 uovo
200 gr di farina
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale

zucchero a velo vanigliato, un albume per creare la glassa reale…

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Galileo Galilei (1564 – 1642)

Il vino è un composto di umore e luce.

Bere-vino-500x325

Citazione | Pubblicato il di | Contrassegnato , | Lascia un commento

Un ragù speciale… con Cavolo Nero

imageAvete difficoltà a far gustare il Cavolo Nero… provate questa ricetta.

Soffritto: 1 cipolla, 1 carota, 1 gamba di sedano… olio e.v.o. q.b., fuoco dolce…

Usate cucchiai di legno… evitate sbalzi termici, il cibo deve essere coccolato…

imageAggiungere poco per volta mescolando 600 gr di carne macinata di bovino adulto

In un pentolino scaldare appena un bel bicchiere di BUON VINO ROSSO, non usate vino di bassa qualità con la scusa che deve essere inserito nel ragù… Io solitamente utilizzo un bicchiere del vino che servirò.

imageVersatelo e lasciate evaporare l’alcool mescolando.

Tagliate il cavolo nero (due ciuffi di grandezza media) in pezzi non troppo piccoli e unitelo alla carne, aggiungete 1 litro di passata di pomodoro e lasciate cuocere dolcemente per almeno due ore.

 

image

Salate a fine cottura e lasciate riposare.

 

Usate questo ragù con Malloreddus, Orecchiette e altre paste regionali. Abbinate un vino della stessa regione della pasta.

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Le parole dell’eccelso e terribile critico gastronomico Anton Ego nel film Ratatouille

240_F_49389597_6VboA8kRehV5naoKBLlvdeyf3Y8vclSZ

“Io non amo la Gastronomia, io la VENERO…

e se non la venero, io… non la CELEBRO.”

Citazione | Pubblicato il di | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Per la serie “la cucina al tempo della crisi”: Polpettone ripieno

image

Ingredienti

Polpettone in sè

500 gr di carne tritata magra di manzo
300 gr di carne tritata di maiale
2 cipolle
1 gamba di sedano
1 carota
3 uova intere fresche
100 gr di Passata di Pomodoro Mutti
100 gr di pane grattuggiato
100 ml di latte fresco intero
100 gr di Parmigiano Reggiano in scaglie o grattuggiato
olio e.v.o. q.b.
sale e noce moscata q. b.
50 gr di prezzemolo tritato

 

Tritate cipolle, sedano, carote e prezzemolo amalgamate con la carne, il latte, il pane grattuggiato, le uova intere, il latte, il Grana Padano grattuggiato o in scaglie, sale, noce moscata e la passata di pomodoro. Lasciate riposare mezz’ora in luogo fresco.

Ripieno

Spinaci surgelati, o freschi circa 250 gr scottati in padella con pochissimo olio e.v.o. oppure potete inserire delle carote lesse sbucciate, o un altro polpettone fatto con il prosiutto tritao o mozzarelline ecc. La sorpresa potete crearla voi in base ai gusti dei vostri cari…
Distribuite una parte dell’impasto a base di carne trita sul fondo della pirofila ovale, quindi mettete gli spinaci e ricoprite con la restante impasto di carne.

Guarnizione  e cottura

Mettete qualche cucchiaio di passata di pomodoro sulla cupola del polpettone e poi tagliate due pomodori freschi e distribuite le rondelle sopra alla passata come da foto… un filo d’olio e infornate a 180 gradi per un’ora.
SERVITE CALDO O FREDDO con verdure al vapore o insalatine… Innaffiate con un De Smet! frizzante e fresco…
 
 

image

 image

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Per la serie “la cucina al tempo della Crisi”: brodo e crocchette della nonna

imageBrodo e bollito

Un buon brodo richiede di partire a freddo quindi ponete in una pentola capiente:

6 litri di acqua, sedano (2 o 3 gambe con foglie), 2 cipolle medie, 2 o 3 carote, 2 spicchi d’aglio svestiti, 2 foglie di alloro;

una coscia con sovracoscia di cappone, un pezzo magro di bovino adulto 500 gr  imageimageo più,  e uno più piccolo sempre di bovino adulto con osso e grasso.

Sobbollite per almeno due ore (in pentola a pressione i tempi si dimezzano) otterrete così un ottimo brodo versatile (minestre, risotti, zuppe) e saporito a cui aggiungerete il sale grosso integrale necessario alle diverse preparazioni.

Potete servire il manzo lesso con senape, maionese fatta in casa, marmellate aspre di mele cotogne, prugne e pere, mostarde di frutta.

Spesso avanzano piccole parti e di solito molti in famiglia trascurano il pezzo con  l’osso. A questo punto selezionate la carne separatela dalle ossa e utilizzando un  imagetrituratore elettrico mescolate insieme due cipolle, 2 o 3 uova in funzione del quantitativo di carne rimasta, pepe, noce moscata, sale q.b., Grana Padano grattuggiato 50 gr, un cucchiaio di olio e.v.o.. Non triturate troppo finemente, quindi trasferite l’impasto in una ciotola e incorporate delle patate lesse (cotte con la loro buccia e poi sbucciate) schiacciandole grossolanamente imagecon una forchetta.

Mi raccomando si devono vedere dei piccoli pezzetti di patate fare capolino nelle…

Crocchette della nonna

Bagnatevi le mani con dell’acqua e formate delle palline d’impasto che stiano nel palmo della Vs mano. Schiacciatele e ponetele in imageuna padella con abbondante olio e.v.o..

Non soffriggete ad altissima temperatura devono dorarsi, ma non bruciarsi!!!

Per ottenere la croccantezza e raggiungere anche all’interno un’ottimale temperatura di cottura dove girarle una sola volta. Tenendo presente che partiamo da una buona percentuale di cibo già cotto, non occorrerà   cuocerle a lungo (circa 4 min per lato)image.

Servitele accompagnate da insalatina mista fresca, pomodori, finocchi o verza cruda tagliati finemente, carote julienne ecc.

Buon Appetito!!

 imageVino consigliato: De Smet! frizzante e fresco

 

 

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento