La marmellata di albicocche

La marmellata di albicocche richiede frutti maturi e polposi…
Pesate la quantità di frutta che utilizzerete. Lavatela in acqua e bicarbonato (1 cucchiaio ogni litro d’acqua) poi sbucciatela e snocciolatela.

Mettete le albicocche in una pentola d’acciaio con fondo spesso e fatele cuocere a fuoco lento per circa mezz’ora; aggiungete quindi 50 gr di zucchero di canna per ogni kilogrammo di frutta. Procedete con la cottura e raggiunta la consistenza preferita incorporate un bicchierino di grappa.

Invasate, chiudete e rovesciate rapidamente i barattoli per completare la sterilizzazione. Una volta freddi etichettateli e riponeteli in luogo asciutto e buio.

Questa marmellata risulta non eccessivamente dolce e trova un delizioso abbinamento con formaggi stagionati e bolliti.

2 risposte a La marmellata di albicocche

  1. laura ha detto:

    la mia è venuta lenta. che fare è già invasata non so se si mantiene.

    • corteguarinona ha detto:

      La prossima volta aumenta il tempo di cottura fino a raggiungere la consistenza desiderata (l’acqua evapora progressivamente).
      Se hai invasato la marmellata bollente, non ti preoccupare: si mantiene bene e la puoi mettere nello yogurt naturale ottenendone cosi uno ottimo alla frutta.
      Puoi usarla anche per crostate con mele fresche: prepari la pasta frolla nella teglia, stendi la marmellata e sopra disponi delle fette spesse di mela, inforni il tutto a 180 gradi per 40 minuti.
      Spero di averti aiutato, alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...