Carciofi alla mentuccia selvatica

Il Guarinone ha una fortuna voluta… I campi intorno sono costellati di profumata mentuccia selvatica. Occorre raccoglierla al mattino presto quando è carica di profumo, lavarla delicatamente e porla ad asciugare su un canovaccio.

Ricordate: basilico, mentuccia e tutte le erbe aromatiche fresche devono essere aggiunte al nostro piatto lontano dal fuoco di cottura, poco prima di servire e – soprattutto – devono essere spezzettate con le mani e mai – dico mai – tagliate con un coltello.

Per quattro persone occorrono 8 carciofi mondati e tagliati a spicchi, posti a bagno in acqua acidulata con limone o aceto bianco.

Scolate i carciofi e poneteli in una casseruola di acciaio o (meglio) di coccio, aggiungete olio evo e un pizzico di sale grosso. Fate stufare a fuoco lento, leggetevi un libro o qualche pettegolezzo sul web o rispondete alle emails.

A cottura ultimata aggiungete (lontano dal fuoco) la mentuccia fresca. Un contorno delizioso per arrosti o formaggi freschi o stagionati di capra o pecora. Tutto innaffiato dal nostro rosso d’annata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...